Elettrosmog Control
Servizi
Qualità delle acque

L'acqua è l'elemento costitutivo principale di ogni essere vivente, consumato con continuità e più di ogni altro alimento. Ma l'acqua assolve anche la funzione di pulire ed igienizzare, contribuendo così a prevenire le malattie ed assicurare un miglior livello di qualità della vita purché l'acqua utilizzata sia salubre e pulita. In caso contrario, essa può contribuire alla diffusione delle malattie divenendone un eccezionale fattore di trasmissione.

La crescente attività industriale e la conseguente produzione di rifiuti anche di tipo urbano ha spesso prodotto ACQUE INQUINATE da sostanze tossiche o cancerogene. Pertanto, la qualità delle acque potabili deve essere certificata periodicamente mediante analisi chimiche, fisiche e microbiologiche delle acque.

L'Ente Gestore dell'acquedotto è responsabile della qualità dell'acqua fino al contatore; per i locali e più in generale gli edifici dove l'acqua è fornita al pubblico (ristorante, albergo, comune, ospedale, condominio, ecc.) il titolare dell'attività o responsabile della gestione dell'edificio deve assicurare che la qualità dell'acqua potabile sia mantenuta tale fino al rubinetto .


SERVIZI : ANALISI DELLE ACQUE

La Elettrosmog Control provvede ad analizzare l'acqua tramite procedure standard, esaminando tutti i principali parametri microbiologici e chimici delle acque. Il campione da analizzare può essere inviato direttamente al laboratorio oppure un nostro tecnico può effettuarne il prelievo in condizioni di sterilità direttamente presso il cliente.

TEST DELL'ACQUA
Controllo di routine – Analisi chimica

PARAMETRI

UNITA' DI MIS.

VALORE LIMITE

Colore

-

Incolore

Odore

-

Inodore

Sapore

-

Insapore

pH

Unità di pH

> 6,5 e < 9,5

Conducibilità elettrica

/cm a 20°C

2500

Torbidità

NTU

1

Ammonio

mg/l

0,5

Cloro libero

mg/l

0,2

Ferro

mg/l

0,2

Nitriti

mg/l

0,5

Controllo di routine – Analisi batteriologica

PARAMETRI

UNITA' DI MIS.

VALORE LIMITE

Coliformi totali

U.F.C./100 ml

Assenti

Escherichia coli

U.F.C./100 ml

Assenti

Carica batterica
totale a 36°C

U.F.C./ml

10

Altri parametri analizzati:

Parametri chimico-fisici:
Ossidabilità, Residuo secco a 180°, Ossigeno disciolto, Durezza calcio, Durezza magnesio, Bromo, Calcio, Diossido di cloro, Acido cianurico, Fluoruri, Idrazina, Magnesio, Nitriti, Nitrati, Ozono, Fosfati, Fosforo, Potassio, Silice, Solfati

Metalli:
Ferro, Manganese, Nichel, Argento, Zinco, Cromo esavalente, Rame, Iodio, Molibdeno

Microbiologici:
Legionella spp.: la ricerca di questo batterio è obbligatoria in tutte le strutture alberghiere, negli ospedali, nelle case di riposo, ricovero e cura, nelle strutture termali, turistiche e recettive, ed è consigliata per tutte le strutture con impianti idrici di età superiore ai 30 anni.

Radioattività:
Radon, Thoron (Becquerel/L): valori elevati di radioattività nell'acqua analizzata devono far presupporre valori altrettanto elevati di radioattività da Radon nell'aria degli ambienti in cui tale acqua viene utilizzata, soprattutto se dopo agitazione, vaporizzazione o riscaldamento.

Ulteriori parametri possono essere considerati, oltre agli standard sopraelencati, su richiesta del cliente.

NORMATIVA

Il D. Lgs. 31/2001 >> è la normativa nazionale attualmente in vigore, che disciplina la qualità delle acque destinate al consumo umano >> al fine di proteggere la salute dagli effetti negativi della contaminazione delle acque.

Il D. Lgs. 31/2001 fissa i requisiti di qualità per una serie di parametri rilevati, sulle acque destinate al consumo umano, dividendoli in tre categorie:

· Microbiologici (Enterococchi, Escherichia coli- vedi Allegato I parte A della legge).

· Chimici (antiparassitari, mercurio, nitrati, arsenico etc. - vedi Allegato I parte B della legge). Questi elementi e composti sono tossici o nocivi per la salute; anche se la possibilità di tossicità acuta si verifica solo nel caso di contaminazioni massicce da parte di questi inquinanti, molti di essi – ad esempio i metalli pesanti- possono accumularsi nell'organismo e dare ripercussioni nocive sulla salute a lungo termine.

· Indicatori (pH, durezza, odore, colore, torbidità, alluminio etc. - vedi Allegato I parte C della legge). La maggior parte di questi parametri è tipica delle caratteristiche naturali delle acque potabili distribuite; altri indicatori invece, derivano dai trattamenti di potabilizzazione (il cloro, ad esempio, è un disinfettante residuo). E' necessario pertanto verificare sia le qualità organolettiche e chimico-fisiche delle acque, sia l'efficacia degli eventuali trattamenti di potabilizzazione.

DEFINIZIONI

- Acque destinate al consumo umano sono tutte quelle acque, trattate e non, destinate ad uso potabile, per la preparazione di cibi e bevande o per altri usi domestici, a prescindere dalla loro origine, siano esse fornite da un acquedotto, mediante cisterne, in bottiglie o in contenitori.